Pagine

Sala conferenze - Hotel Ala d'Oro

Via Matteotti, 56 - 48022 Lugo di Romagna - (Ravenna) - Italia
Per Informazioni : 0545 22388 - claudio@aladoro.it
Iscriviti alla newsletter di Caffè Letterario sul sito http://www.aladoro.it/

martedì 28 marzo 2017

Venerdì 31 marzo - MASSIMO DONA' e la filosofia di Shakespeare

Venerdì 31 marzo, alle ore 21.00, nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro, la filosofia, insolitamente coniugata con il grande teatro, torna ad essere protagonista al Caffè Letterario di Lugo con il filosofo Massimo Donà  che presenterà il suo ultimo saggio “Tutto per nulla. La filosofia di William Shakespeare” edito da Bompiani. A introdurre la serata, che si concluderà come d’abitudine con il consueto brindisi finale offerto a tutti i presenti dalle cantine Cevico, sarà Paolo Franceschelli.
Tutta l'opera di Shakespeare è profondamente intrisa di una potenza speculativa che di volta in volta assume il volto della follia o della ragione, della menzogna o della verità, dell'odio o dell'amore. Amleto, Otello, Macbeth, Re Lear, Sogno di una notte di mezza estate: il Grande bardo svela e inaugura la "modernità" mostrando all'umanità quel che la medesima si apprestava a diventare, e assegna alle sue creature una parte ben precisa nel coro intonato dal pensiero occidentale. Ed è nel viaggio attraverso questa visione profetica che Massimo Donà guida il lettore: alla scoperta della filosofia che permea questi capolavori e il mondo shakespeariano, in una attenta e affascinante disamina che decostruisce i significati che di volta in volta porta alla luce e che svelano la natura irrimediabilmente teatrale del mondo.
Dopo essersi laureato nel 1981 con Emanuele Severino, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Venezia, Massimo Donà inizia a pubblicare diversi saggi per riviste e volumi collettanei, partecipando, lungo il corso degli anni ottanta, a diversi convegni e seminari in varie città italiane. Alla fine degli anni ottanta, fonda, con Massimo Cacciari e Romano Gasparotti, la rivista Paradosso. Attualmente insegna Metafisica e Ontologia dell'arte presso la Facoltà di Filosofia dell'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. È inoltre curatore, sempre con Romano Gasparotti e Massimo Cacciari, dell'opera postuma del filosofo Andrea Emo. Collabora con il settimanale "L'Espresso".

La serata con ERNESTO GALLI DELLA LOGGIA

Più di cento persone hanno partecipato ieri sera, lunedì 27 marzo, nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro alla presentazione del saggio di Ernesto Galli della Loggia, “Credere, tradire, vivere” edito dal Mulino.
La bellissima serata è stata impreziosita anche dalla presenza del giornalista (ex direttore dell’Europeo) Salvatore Giannella che con Patrizia Randi, curatrice della nostra rassegna letteraria hanno dialogato con l’editorialista del Corriere della Sera.
Con questo libro variegato, Galli della Loggia ci ha regalato l’esempio più efficace della sua maniera di affrontare la storia. Seguendolo lungo le vie più personali che qui tratteggia, ci troviamo ad avere un’immagine molto più precisa, molto più concreta di questi anni, a partire dal fatidico Sessantotto. Anni che abbiamo vissuto, ma anche anni che la memoria storica cerca di levigare, smussando i contrasti e le non poche contraddizioni. (Aldo Grasso)





domenica 26 marzo 2017

Lunedì 27 marzo - ERNESTO GALLI DELLA LOGGIA al Caffè Letterario di Lugo

Lunedì 27 marzo, alle ore 21.00, nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro, si continua a parlare di “Tradimenti” al Caffè Letterario di Lugo con lo storico ed editorialista del Corriere della Sera, Ernesto Galli della Loggia che presenterà il suo libro “Credere, tradire, vivere” edito dal Mulino. A introdurre la serata, che si concluderà come d’abitudine con il consueto brindisi finale offerto a tutti i presenti dalle cantine Cevico, sarà Patrizia Randi.
Ricordiamo che è possibile cenare nel Ristorante dell’Hotel Ala d’Oro e riservare il posto nella Sala Conferenze dove si terrà la presentazione.
In politica come nella vita cambiare idea è inevitabile. E forse anche giusto, in un’epoca come la nostra caratterizzata da mutamenti così profondi e rapidi. In Italia però cambiare orientamento politico, in specie passare da destra a sinistra o viceversa, è sempre stato altamente problematico: chi lo fa si attira l’accusa di essere un trasformista o peggio un voltagabbana e un traditore. Galli della Loggia racconta come il cambiamento/tradimento è stato vissuto, interpretato e concettualizzato nella recente storia politica italiana e, ripercorrendo anche la sua stessa esperienza e le molte polemiche che lo hanno coinvolto nei principali passaggi della vicenda ideologica del Paese, posa uno sguardo severo sulla storia intellettuale e culturale italiana, colta nei suoi inconfessati cambiamenti di fronte, le sue quasi sempre tacite abiure, i suoi pregiudizi, le sue bugie.
Ernesto Galli della Loggia è nato a Roma nel 1942. Professore di storia dei partiti politici presso l'Università di Perugia (dal 1987), collaboratore ed editorialista de La Stampa e poi del Corriere della sera, è stato cofondatore e condirettore (fino al genn. 1998) della rivista liberal. Dal 2005 è professore ordinario di storia contemporanea e preside della facoltà di filosofia dell'univ. Vita-Salute San Raffaele di Milano. Per il Mulino ha pubblicato «L’identità italiana» (nuova ed. 2010), «Tre giorni nella storia d’Italia» (2010), «Europa perduta?» (con G. Amato, 2014) e «Senza la guerra» (con M. Cacciari, L. Caracciolo, E. Rasy, 2016).

"Bassa Romagna" Una serata di musica immagini e poesia.

Ecco le immagini della bella serata dedicata alla nostra “Bassa Romagna” che si è svolta all’Ala d’Oro ieri sera, sabato 25 marzo. Un incontro, nato da una idea di Franco Ferretti, dove la nostra terra è stata raccontata attraverso la musica, le immagini e la poesia. Un grazie sentito a tutti gli artisti che hanno partecipato a cominciare dai musicisti Iolanda Facciotto (mezzo soprano), Fabrizio Facchini (tenore), Carlo Argelli (pianoforte), Federico Baldassarri (chitarra), Paolo Ravaglia (clarinetto) e Pasquale Pettrone (pianoforte); Rosella Amadei che ha letto i testi di Claudia Merighi e di Enrico Spada e i fotografi Franco Ferretti, Donatella Donati, Cesare Tesei, Doriana Rambelli, Claudia Merighi, autori delle belle immagini che hanno accompagnato la serata.






giovedì 23 marzo 2017

Sabato 25 marzo - "BASSA ROMAGNA" - Una serata musicale/conviviale

Sabato 25 marzo, alle ore 20.30 all’Hotel Ala d’Oro il Caffè Letterario di Lugo dedica una serata conviviale alla nostra terra, la "Bassa Romagna". Una serata in cui tanti artisti amici del nostro Caffè Letterario racconteranno il nostro territorio attraverso la musica, le immagini, e la poesia accompagnati dai piatti della nostra tradizione romagnola.
Da un'idea di Franco Ferretti. Parteciperanno Iolanda Facciotto (mezzo soprano), Fabrizio Facchini (tenore), Carlo Argelli (pianoforte), Federico Baldassarri (chitarra), Paolo Ravaglia (clarinetto) e Pasquale Pettrone (pianoforte). I testi di Enrico Spada e Claudia Merighi saranno letti da Roberto Montefusco e Rosella Amadei, mentre le letture poetiche saranno affidate a Claudio Nostri. Questi i menù della serata:

Menù della Tradizione
Aperitivo
Cappelletti al ragù di mora romagnola
Coniglio in porchetta con patate al forno
Zuppa inglese
Caffè
€. 22,00 per persona, bevande incluse.


Menù Vegetariano

Aperitivo
Cappelletti alle zucchine e mentuccia
Polpettine miste vegetariane
Zuppa inglese
Caffè
€. 18,00 per persona, bevande incluse.
Prenotazione obbligatoria – Tel 0545 22388

Traditori e tradimenti. La serata con MARCELLO FLORES

Ieri sera, mercoledì 22 marzo al Caffè Letterario di Lugo si è parlato di Tradimenti e Traditori con lo storico Marcello Flores e il suo volume “Traditori. Una storia politica e culturale” edito dal Mulino. Infinite sono le leggi che regolano lo studio del tradimento nella storia. Ma due sono superiori alle altre. La prima: chi vince non verrà mai considerato un traditore. La seconda: il tradimento è questione di date, ciò che oggi è considerato un tradimento, domani potrà essere tenuto nel conto di un atto coraggioso. Il tradimento, come hanno mostrato oltre agli studi sociologici anche quelli filosofici e giuridici, è spesso «una percezione soggettiva, un evento relativo e non assoluto, perché dipende da una relazione congiunturale in un contesto particolare e perché appare tale quando le dinamiche di potere si sono concluse e manifestate».




lunedì 20 marzo 2017

Mercoledì 22 marzo - "Tradimenti" MARCELLO FLORES al Caffè Letterario di Lugo

Mercoledì 22 marzo, alle ore 21.00, nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro, la Storia torna protagonista al Caffè Letterario di Lugo con lo storico Marcello Flores che presenterà il suo libro “Traditori. Una storia politica e culturale” edito dal Mulino. A introdurre la serata, che si concluderà come d’abitudine con il consueto brindisi finale offerto a tutti i presenti dalle cantine Cevico, sarà Paolo Cavassini.
In ogni epoca il tradimento è stato considerato il crimine peggiore. Questo libro ricostruisce la storia del tradimento «moderno», quello che s’impone attorno alla metà del Settecento e si diffonde con le rivoluzioni americana e francese, quando si perfeziona una concezione del tradimento politico come rottura del patto che unisce tutti i cittadini alla propria patria. Ma chi è davvero un traditore quando si combatte per l’indipendenza del proprio paese o quando si vuole rovesciare un governo e cambiare radicalmente lo stato? Dalla rivoluzione americana alla Grande Guerra, un’affollata galleria di casi, tratti sia dalla storia europea sia da quella di Stati Uniti, Giappone, Argentina, Messico, sia dalla storia della colonizzazione in Cina, Sudafrica, India.
Marcello Flores insegna Storia dei diritti umani e Storia della cultura nell’Università di Siena. Per il Mulino ha pubblicato «Il secolo-mondo» (2005), «Storia dei diritti umani» (2007) e «Il genocidio degli armeni» (nuova edizione 2015).