Pagine

Sala conferenze - Hotel Ala d'Oro

Via Matteotti, 56 - 48022 Lugo di Romagna - (Ravenna) - Italia
Per Informazioni : 0545 22388 - claudio@aladoro.it
Iscriviti alla newsletter di Caffè Letterario sul sito http://www.aladoro.it/

sabato 17 febbraio 2018

Domenica 18 febbraio - Musica & Poesia "Schumann raccontato da FILIPPO TUENA"

Continuano al Caffè Letterario di Lugo gli  incontri di “Musica e Poesia”. Piccolo ciclo di pomeriggi domenicali  poetico-musicali , nato dalla collaborazione con il Conservatorio G.B.Martini di Bologna, in cui la musica di grandi compositori, eseguita da allievi e maestri del Conservatorio bolognese, si alternerà alle parole di grandi poeti e scrittori raccontati e declamati da poeti e amici del nostro Caffè Letterario.
Domenica 18 febbraio, alle ore 18.00 all’Hotel Ala d’Oro, secondo appuntamento della serie dedicato a uno dei più grandi compositori del romanticismo tedesco come Robert Schumann di cui verranno eseguiti al pianoforte dal maestro Stefano Bezziccheri la “Fantasia in do magg. op. 17” e le “Geistervariationen”.
A raccontarci la vita e la musica di Schumann sarà Filippo Tuena, uno dei più accreditati scrittori del panorama narrativo italiano, e autore del libro “Memoriali sul caso Schumann” edito da Il Saggiatore.
Durante l’incontro saranno serviti gli aperitivi o in alternativa the e tisane, mentre al termine del concerto/reading sarà possibile fermarsi a cena con un ricco menù a buffet.
Ingresso + aperitivo/the/tisana €. 8,00
Ingresso + aperitivo + cena a buffet (bevande escluse) €. 17,00
E’ gradita la prenotazione – Tel. 0545 22388

Una serata da "Nobel" con MASSIMIANO BUCCHI

Una serata dedicata al Premio Nobel quella di ieri sera venerdì 16 febbraio al Caffè Letterario di Lugo, dove Massimiano Bucchi professore di Scienza, Tecnologia e Società all'Università di Trento ha presentato il suo ultimo libro “Come vincere un Nobel” edito da Einaudi. Un libro brillante che coniuga con efficacia aneddoti intriganti, analisi sociologica e ricostruzione storica del premio più ambito e famoso del mondo.





mercoledì 14 febbraio 2018

Venerdì 16 febbraio - "Come vincere un Nobel", MASSIMIANO BUCCHI al Caffè Letterario di Lugo

Venerdì 16 febbraio, alle ore 21.00, nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro, il sociologo Massimiano Bucchi presenta al Caffè Letterario di Lugo il suo libro “Come vincere un Nobel” edito da Einaudi. La serata, che come consuetudine si concluderà con i il brindisi offerto a tutti i presenti dal Gruppo Cevico, sarà introdotta da Enrico Montanari. Ingresso libero.
Raccontando la storia e le storie del Premio Nobel, le singolari vicende, controversie e i conflitti legati al piú prestigioso premio scientifico del mondo, i loro riflessi e intrecci con la società, la politica e la cultura, Massimiano Bucchi riflette sull'immagine pubblica della scienza e sui suoi cambiamenti dal primo Novecento a oggi. Un percorso originale e avvincente per comprendere il ruolo sociale della scienza, attraverso le storie e i personaggi che hanno segnato il suo premio piú famoso. Dall'appassionante e tormentata vicenda del Nobel a Einstein, ai «fantasmi» dei Nobel clamorosamente mancati; dalle assegnazioni piú discusse alle scoperte premiate in seguito rivelatesi errate; dai premi Nobel che sono divenuti celebrità a quelli quasi completamente dimenticati. Il volume si basa su una ricca e in parte inedita documentazione, frutto di oltre dieci anni di ricerche presso la Fondazione Nobel e l'Accademia Reale delle Scienze di Svezia, dove è custodito l'Archivio storico delle proposte e decisioni sui premi Nobel.
Massimiano Bucchi è professore di Scienza, Tecnologia e Società all'Università di Trento ed è stato visiting professor in numerose istituzioni accademiche in Asia, Europa, Nord America e Oceania. Ha pubblicato una decina di libri (editi in Italia, Stati Uniti, Regno Unito, Cina, Corea, Brasile) e saggi in riviste internazionali quali «Nature» e «Science». Ha ideato e curato varie edizioni dell'Annuario Scienza Tecnologia e Società (il Mulino). Tra i suoi libri piú recenti ricordiamo Il pollo di Newton. La scienza in cucina (Guanda, 2013, pubblicato anche in Francia, Finlandia, Brasile, Portogallo, Spagna, Argentina e Corea e Per un pugno di idee. Storie di innovazioni che hanno cambiato la nostra vita (Bompiani, tre edizioni, 2016). Dirige la rivista internazionale «Public Understanding of Science». Scrive di scienza e tecnologia per quotidiani («la Repubblica», «La Stampa») e collabora alla trasmissione televisiva Superquark (Raiuno). 

lunedì 12 febbraio 2018

Inaugurata la mostra "Antropologia anarchica" di Nerio Casali

Inaugurata sabato 10 febbraio nella hall dell’Hotel Ala d’Oro la mostra pittorica “Antropologia anarchica” dell’artista Nerio Casali.  La mostra rimarrà visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 22 fino a giovedì 8 marzo 2018.





sabato 10 febbraio 2018

Sabato 10 febbraio - "Antropologia anarchica" di NERIO CASALI

 Sabato 10 febbraio, alle ore 18.00, nella hall dell’Hotel Ala d’Oro, si inaugura la mostra pittorica “Antropologia anarchica” dell’artista Nerio Casali.

Nerio Casali, diplomatosi nel 1985 all'Accademia di Belle Arti di Roma, ha frequentato il corso di dottorato all’Università della Laguna di Tenerife in Spagna. Tra il 1980 e il 1990 è stato per svariati anni assistente del pittore Mario Schifano, nello studio di via delle Mantellate a Roma. Attualmente, vive e lavora tra Roma e Cesena. Ha partecipato a varie esposizioni di pitture in Italia e all’estero, collettive e personali, tra cui Pittori Romani, Istituto di Cultura Italiano, Praga , 1989; Biennale d’Arte “Under 35”, Roma, 1990; Scene di pesca, personale, ex fabbrica Arrigoni, Cesena; 1993; Porno Grafias, Galleria Carmen de la Guerra, Madrid, 1997; Anarchico Cosmico, personale, Centro de Arte UNICEF, Siviglia, 1998; Mostra internazionale di arte contemporanea, Anticoli Corrado, Roma, 1998; Arte Fiera Contemporanea, esposizione personale, Forlì, 2002; Sculture da pesca, personale, Foillé del Teatro Masini, Faenza, 2002; Chicchirichiii, personale, Grand Hotel terme di Castrocaro, 2010.
La mostra rimarrà visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 22 fino a giovedì 8 marzo 2018.

La serata con MARCELLO VENEZIANI

Queste le immagini della serata di ieri venerdì 9 febbraio all’Hotel Ala d’Oro dove lo scrittore e giornalista Marcello Veneziani ha presentato il suo ultimo libro “Imperdonabili. Cento ritratti di maestri sconvenienti” edito da Marsilio.
Chi sono gli “Imperdonabili”? Irregolari del pensiero, autori controcorrente, scrittori e intellettuali che non si sono adattati alle mode del loro tempo e anzi le hanno metodicamente contraddette, uomini e donne impegnati nel campo della cultura che hanno osato sfidare le verità della fabbrica delle idee ad uso e consumo del volgo o delle èlites. Marcello Veneziani ha voluto omaggiare questa congrega di luminosi reprobi con un libro che ne raccoglie i profili, ne tratteggia le storie o accenna soltanto alle loro vicende intellettuali con qualche dettaglio, pochi spunti, piccoli indizi che valgono a riportarli in vita.





venerdì 9 febbraio 2018

Venerdì 9 febbraio - MARCELLO VENEZIANI al Caffè Letterario di Lugo

Venerdì 9 febbraio, alle ore 21.00, nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro, lo Scrittore e giornalista Marcello Veneziani, presenta al Caffè Letterario di Lugo il suo ultimo libro “Imperdonabili. Cento ritratti di maestri sconvenienti” edito da Marsilio. La serata, che come consuetudine si concluderà con i il brindisi offerto a tutti i presenti dal Gruppo Cevico, sarà introdotta da Daniele Serafini. Ingresso libero.
Cosa accomuna Dante e Oriana Fallaci, Walter Benjamin e Yukio Mishima, Julius Evola e Umberto Eco? Ripensando alle voci che più lo hanno influenzato, Marcello Veneziani ha costruito un affascinante itinerario attraverso idee, opere e autori. Gran parte di questi può essere ricondotta a una particolare famiglia definita da Cristina Campo degli «Imperdonabili»: irregolari del pensiero che non si accontentarono del loro tempo, ma lo contraddissero, spesso creando nuove visuali o attingendo a tradizioni più antiche.
Percorrendo ambiti diversi – dalla filosofia alla letteratura, fino al grande giornalismo –, si raccontano tratti salienti, aspetti intriganti, sguardi e vite di ciascuno di questi maestri. Dai giganti, come Machiavelli e Schopenhauer, alle intelligenze pericolose di Michelstaedter e Heidegger; dagli spiriti inquieti di Wilde e Chatwin a Pirandello e Arendt, sismografi di un’epoca; dalle penne di Kraus e Guareschi, che hanno lasciato il segno, alle presenze oniriche e alle assenze profetiche di Goncarov e Zambrano: un ideario coerente, ma non organico, in cui si riflette la sensibilità di un conservatore curioso, a tratti reazionario, che ama la tradizione e pratica la ribellione, in rivolta contro le dominazioni della contemporaneità. Un atlante di figure, scritture e pensieri.
Marcello Veneziani ha fondato e diretto varie riviste. Ha scritto per diverse testate, tra cui «il Giornale», «Il Messaggero», «la Repubblica», «La Stampa», «L’Espresso» e «Panorama». Attualmente è editorialista de «Il Tempo». Autore di numerosi volumi, con Marsilio ha pubblicato Lettera agli italiani (2015), che ha ispirato un format teatrale portato in tour in tutta Italia, e Alla luce del mito (2017).